Angelo Soldani, curatore di Design Artigianale in collaborazione con Antonia Willburger, responsabile dei concerti di Villa Guariglia, e Pasquale Salsano, curatore di SMAC fashion, hanno dato vita al progetto Creare Italiano.

Il progetto nasce dalla volontà di coniugare il design, la ceramica, la moda e il territorio per far incontrare giovani professionisti di questi settori per la realizzazione di una collezione di “moda mare”. Il design è una componente centrale del progetto che unisce progettisti di accessori per l’abbigliamento con i fashion designer. I materiali sono i tessuti, la ceramica, e la pasticceria. Gli stilisti proporranno degli abiti, i designer, con l’aiuto di ceramisti del comparto vietrese e di un pasticciere, proporranno degli accessori, sia in ceramica che commestibili. I ceramisti sono il collante di questo progetto perché rappresentano il saper fare del territorio dove è ubicata Villa Guariglia, lo scenario nel quale prenderà il via la prima edizione di CREARE ITALIANO. Villa Guariglia è anche un museo della ceramica, una location suggestiva che da diversi anni, in estate, ospita eventi prestigiosi d’arte e musica.

Venerdì 16 luglio si è svolta la sfilata, accompagnata da un fantastico quartetto jazz. La sinergia tra i diversi protagonisti ha funzionato e la serata è stata sicuramente un buon punto di partenza per il progetto Creare Italiano.

Non avevo mai lavorato con la ceramica e sono stata entusiasta di poter fare questa esperienza. Gli accessori creati con il maestro ceramista Sergio Scognamiglio sono una coroncina, un bracciale, un collier e un headband; i pesci in ceramica ritrovano organicità nell’esigenza di adattarsi alle forme del corpo. Le creazioni originali sono state selezionate per rimanere in esposizione all’interno della villa, nel Museo della ceramica vietrese, un luogo incantevole che conserva l’antica tradizione della ceramica artigianale vietrese.

Gli abiti di Valentina Cervo e dell’atelier Ferdinand, le creazioni commestibili di Sergio Catalano e Fulvio Russo, i gioielli di Roberto Monte e Teresa Salsano, ogni elemento ha interpretato la filosofia del progetto restituendo davvero “… un nuovo modo di immaginare l’accessorio moda”.

© 2019 — Officina 50

P.iva 0524 611 0653